RIMANERE AL TOP DELLA SICUREZZA DEI DATI CON UN TEAM REMOTO

Lavorare in remoto offre la comodità della flessibilità di posizione. La sicurezza dei dati diventa più preoccupante quando il telelavoro diventa più una pratica standard. Il lavoro remoto ha aggiunto un ulteriore livello di problemi di sicurezza per le aziende e i loro dati, inclusi i dipendenti, l’utilizzo di reti Wi-Fi non protette e i lavoratori che trasportano documenti riservati in luoghi pubblici.

La sicurezza dei dati è una delle responsabilità più importanti dei leader. Dovrebbero insegnare ai loro dipendenti il problema. Inoltre, devono stabilire pratiche e procedure che rafforzino la sicurezza dei dati delle loro aziende. Anche l’educazione alla sicurezza dei dati e le pratiche sicure dei lavoratori remoti dovrebbero essere prioritarie. Ma come possono farlo i lavoratori remoti e i loro datori di lavoro? Ecco alcuni suggerimenti per iniziare:

SVILUPPARE UNA POLITICA DI SICUREZZA INFORMATICA
Rendere tutti i dipendenti consapevoli che la sicurezza dei dati è una priorità è il primo passo per proteggere i dati aziendali. Nonostante il fatto che la sicurezza dei dati è un professionista così come una preoccupazione personale per molti dipendenti oggi, alcuni potrebbero ancora essere a conoscenza.

L’idea sbagliata è che i dipendenti non devono preoccuparsi della sicurezza dei dati se non lavorano direttamente con i dati dei clienti o se non operano a livello senior all’interno dell’organizzazione. Le aziende non possono assumere che i loro dipendenti comprendano la sicurezza informatica o il loro ruolo all’interno dell’it.

Stabilire una politica di sicurezza informatica è un buon punto di partenza. La politica dovrebbe essere rivista e firmata da tutti i dipendenti nuovi e attuali, indipendentemente dal fatto che lavorino in remoto o meno.

PROTEGGI TUTTE LE CONNESSIONI INTERNET
Il modo più comune per esporre la vostra azienda a una violazione della sicurezza dei dati è utilizzando una rete Wi-Fi non protetta. Comprendiamo la necessità di uscire di casa ogni tanto come lavoratori remoti, e la tua caffetteria locale-con la compagnia di altri lavoratori remoti e la tua bevanda preferita – può fornire la tregua perfetta. Mantenere i dipendenti di lavorare dove sono più motivati ed eccitati è l’ultima cosa che vuoi. In questo caso, i lavoratori remoti devono solo imparare come garantire che i dati dell’azienda siano sicuri. Questo include imparare come fermare zoom bombardamento.

MANTENERE LE PASSWORD FORTE E VARIO
La sicurezza delle password della tua organizzazione è un altro metodo relativamente semplice per proteggere i tuoi dati. Mentre molte persone scherzano sulla sicurezza delle password e ammettono di utilizzare la stessa password su più dispositivi e applicazioni, educare i lavoratori remoti sulla protezione delle password è la chiave per proteggere i dati della tua azienda.

Come parte della formazione sulla sicurezza informatica per i dipendenti, puoi anche includere la formazione sulla sicurezza delle password. È importante non riutilizzare la stessa password più e più volte. Ecco alcuni suggerimenti su come mantenere le password forti.

UTILIZZARE L’AUTENTICAZIONE A DUE FATTORI
C’è una tendenza tra molte organizzazioni ad adottare l’autenticazione a due fattori (2FA) per la gestione della sicurezza dei dati. Il processo di conferma dell’identità di un utente richiede un nome utente e una password, insieme a un’altra informazione, come una risposta a una “domanda segreta” o un PIN inviato al proprio telefono.

Le probabilità che qualcuno abbia sia la risposta a una domanda di sicurezza aggiuntiva che un PIN sono improbabili poiché le password possono spesso essere compromesse o rubate. Nell’era digitale, quando le password non sono sufficienti per proteggersi dagli hacker, le organizzazioni hanno bisogno di un ulteriore livello di sicurezza che offra tranquillità ai lavoratori remoti e alle loro organizzazioni.

La sicurezza dei dati non deve essere compromessa quando si lavora in remoto. I lavoratori remoti possono acquisire familiarità con queste migliori pratiche di sicurezza informatica con facilità dopo essere stati istruiti e implementati, e tutti all’interno di un’organizzazione possono sentirsi sicuri di proteggere i dati del proprio datore di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *