GAMERGATE E IL SUO IMPATTO SUL SETTORE

Cos’e ‘ iniziato?
Gamergate è iniziato con lo scandalo che circonda Zoe Quinn, un noto sviluppatore in ristretti circoli di giornalisti, il cui unico lavoro notevole fino ad oggi è Depression Quest, che assomiglia più da vicino a un questionario scritto in HTML. La stampa ha elogiato DQ. Ma quando si è scoperto che Quinn, che aveva ripetutamente tradito il suo ragazzo, dormiva con Nathan Grayson, un giornalista di giochi con Kotaku, il pubblico aveva domande ragionevoli alla stampa. Dicono, come puoi fidarti di ciò che scrivi se dormi con gli sviluppatori e non puoi fare a meno di essere prevenuto?

Lo scandalo Quinn, ovviamente, era solo un pretesto. La diffidenza della stampa tra i giocatori è stata prodotta per molto tempo, per ragioni sia sensibili che non. Forse, tutto si sarebbe calmato. Ma Anita Sargsyan, nota per lo spettacolo di youtube Feminist Frequency, ha detto che dopo l’uscita del video sull’oppressione delle donne nei videogiochi, la sua vita era in pericolo. E la stampa ha deciso di dare una risposta ai giocatori.

Il 28 agosto 2014, in un giorno, quasi contemporaneamente – è apparsa una dozzina di articoli, il cui significato generale era che i giocatori non sono nulla. L’identità dei giocatori non può avere importanza. I giocatori non sono necessari. I giocatori sono piagnoni, infantili, odiano le donne e il progresso, vivono negli scantinati dei loro genitori. I giocatori non sono necessari – ha detto la stampa di gioco. Fu a causa di questo attacco che lo scandalo assunse tali proporzioni. La stampa ha agito come un fronte unito contro i giocatori, contro il suo pubblico di destinazione.

Che cos’è Gamergate?
È una massa eterogenea e decentralizzata di persone che condividono un interesse comune per l’etica del gioco d’azzardo e la preoccupazione per la potenziale censura della sinistra radicale. Se guardi dal punto di vista delle emozioni, allora, naturalmente, prevalgono il risentimento e la rabbia. Anche se inizialmente la situazione con Quinn, forse, non giustificava una tale impennata, allora il comportamento della stampa non solo lo ha provocato ma continua a sostenerlo fino ad oggi.

Fin dall’inizio del gamergate, la stampa ha bollato le persone indignate dalle insinuazioni di Sarkisian, dal comportamento di Quinn e dal potenziale conflitto di interessi di Grayson come misogini. Dicono che sei infelice perché tutti odiate le donne e non volete vedere la varietà nei giochi. “Sarkisian viola lo status quo con le sue critiche, e per i giochi come la depressione Quest-il futuro, quindi sei pazzo perché il tuo tempo è passato”, – hanno detto i giornalisti. La stampa ha inondato Sarkisian con onori e ha rifiutato di pubblicare critici del suo lavoro – critici più che meritati.

La stampa ha ritratto gamergate come un gruppo dei principali nemici della sinistra-liberali, come conservatori uomini eterosessuali bianchi che si aggrappano al loro hobby di evasione e non vogliono lasciare che nessun altro vicino a lui. In primo luogo, come dimostrato da numerosi sondaggi tra i partecipanti al movimento, la stragrande maggioranza di esso non appartiene alle destre ma alla sinistra. E allo stesso tempo parla principalmente per la libertà personale, che è fondamentale per il libertarismo.

In secondo luogo, molte minoranze sono insoddisfatte del fatto che la stampa si rifiuta di riconoscere la loro esistenza. Hanno deciso di organizzarsi sotto il tag #NotYourShield: come sai, la sinistra ama molto usare tutti i tipi di minoranze, sui cui interessi sono presumibilmente preoccupati, come scudo: dicono, se sei contro di noi, allora sei contro le minoranze, il che significa che sei quasi Hitler. ” Non siamo il tuo scudo”, dissero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *